Mauk 1625

Il modello Mauk 1625 è un avvitatore molto particolare, ci fa strano a dirlo, ma non si alimenta con batteria ma con cavo. Caratteristica che una volta era molto diffusa, ma oggi considerata obsoleta, anche se in molti preferiscono mantenere vive le tradizioni. Questo apparecchio ha un costo molto basso, per cui vedremo di verificare le sue caratteristiche anche in base al prezzo, cercando di valutare i migliori modelli della stessa fascia di prezzo. Osserveremo da vicino le caratteristiche fisiche, i dati tecnici e il lavoro pratico che può offrire, per poi strizzare l’occhio anche alle statistiche online, cercando di capire cosa ne pensano i vari utenti che hanno scritto sui forum. In basso troverete il paragrafo “Conclusioni”, lì è possibile fare una lettura veloce con tanto di riassunto e consigli finali.

105 lettori hanno comprato questo prodotto
VAI ALL’OFFERTA! >> 37,38 €
105 lettori hanno comprato questo prodotto
VAI ALL’OFFERTA! >> 37,38 €

Mauk 1625

Materiali e presa

Partiamo subito dalla struttura fisica del modello Mauk 1625, un avvitatore che ha un design molto classico, con un peso leggero e ben bilanciato; ovviamente la mancanza di una batteria fa sì che la leggerezza sia uno dei punti a favore. Il cavo è sufficientemente lungo e ben protetto, forse non molto spesso, cioè si nota la differenza coi modelli più professionali, intendiamo quei trapani da cantiere, che però fanno categoria a parte. Molto buona è anche l’impugnatura, forse una mano piccola la troverebbe un po’ rigida, ma nel complesso non abbiamo trovato problemi nella presa; non sottovalutate questo punto, un modello a cavo elettrico si sceglie anche perché offre una lunga autonomia di lavoro. I materiali plastici non sono dei migliori, ma considerando il prezzo ci sta sicuramente …

Gli aspetti più importanti da ricordare

  • Buona impugnatura
  • Cavo sufficientemente lungo
  • Materiali plastici leggeri

Prezzo e potenza

Vediamo quindi se acquistare un modello a cavo conviene o meno, visto che nella stessa fascia di prezzo troviamo l’avvitatore Einhell BT-CD 10,8/1 Li Kit, un modello che possiamo assolutamente consigliare, buone caratteristiche tecniche, e che sta avendo un ottimo successo nei vari forum. Partiamo quindi con la sfida diretta tra i due prodotti, che vede il nostro esaminato vincere sulla potenza, infatti il Mauk 1625 ha un maggiore voltaggio e può garantire 750 giri/min a vuoto, contro i 600 giri/min dell’altro (la differenza non è tanta, ma a lungo andare vi permetterà di diminuire i tempi di lavoro). Discorso diverso per il momento torcente, per entrambi è di 12 Nm, ottimo parametro considerando il prezzo. Il peso è in realtà più o meno lo stesso, mentre il fattore autonomia è tutto a favore del modello Mauk 1625 ovviamente, che non ha limiti di durata e non deve essere ricaricato. 

Gli aspetti più importanti da ricordare

  • Veloce
  • Prezzo di fascia bassa
  • Buona potenza

Dalla teoria alla pratica

Passiamo quindi alla prova pratica, rimanendo sempre nel tema “sfida” tra questi due modelli, che sono consigliabili a coloro che non vogliono spendere troppo. Il modello della Einhell ha il vantaggio di essere molto maneggevole, questo non significa che il Mauk 1625 non lo sia, ma l’ingombro del cavo esiste e non si può negare. I commenti trovati online però sono molto positivi, diamo un certo peso anche le statistiche 🙂 , perché questo apparecchio non tradisce mai, fa un buon lavoro ed è sempre pronto all’uso. Sono proprio queste due peculiarità che lo distinguono dall’altro, che potrebbe anche essere colto in fragrante, ovvero al limite della batteria. Ci è sembrato anche che il Mauk 1625 avesse qualcosa in più per quanto riguarda la potenza, ma questo si era visto anche nella parte “teorica”.

Gli aspetti più importanti da ricordare

  • Ingombro del cavo
  • Sempre pronto all’uso
  • Ideale per un lavoro continuo

Conclusioni

Come abbiamo detto in partenza, vedi introduzione, il modello Mauk 1625 è un avvitatore di fascia bassa con cavo, quindi molto differente da tutti gli altri avvitatori di nuova generazione che si trovano in commercio. La struttura è quella classica, con una buona impugnatura e un peso nella media e ben bilanciato. I materiali plastici sono quelli della sua fascia di prezzo, non possiamo toglierci il cappello, ma sinceramente non è proprio possibile lamentarsene. Il Mauk 1625 è un apparecchio veloce e potente, sempre considerando il costo di mercato, che possiamo consigliare a coloro che non devono fare lavori particolarmente articolati, perché con il cavo si rinuncia un po’ alla comodità, ma senza dubbio un po’ di potenza in più e una disponibilità continua (per avere questo con quelli a batteria bisogna spendere molto di più, magari per quei modelli con doppia batteria in dotazione).

105 lettori hanno comprato questo prodotto
VAI ALL’OFFERTA! >> 37,38 €
105 lettori hanno comprato questo prodotto
VAI ALL’OFFERTA! >> 37,38 €

Vantaggi

  • Prezzo
  • Buona presa
  • Autonomia continua
  • Buona potenza

Svantaggi

  • Ingombro del cavo
  • Materiali non particolarmente solidi

Scheda tecnica del Mauk 1625

  • Serie: MacAllister MHD
  • Potenza: 280 Watt
  • Ingranaggio: 1 velocità
  • Portautensili: Mandrino autoserrante
  • Velocità a vuoto: 750 giri/min
  • Momento torcente max.: 12 Nm
  • Alimentazione: Corrente
  • Tensione di esercizio: 230 V
  • Particolarità: rotazione destra/sinistra, spazzole di carbone rotanti
  • Peso: 1,4 kg

Foto in alta risoluzione del Mauk 1625

Qui troverete la foto in alta risoluzione del Mauk 1625.